Connect with us

Spettacoliamo.it

Festival dei due mondi di Spoleto, ce n’è per tutti

Classica

Festival dei due mondi di Spoleto, ce n’è per tutti

E’ cominciato ufficialmente ieri con il Don Giovanni di Mozart – per quanto riguarda la programmazione di spettacoli dal vivo -, la sessantesima edizione del Festival dei due mondi di Spoleto.

Il Festival dei due mondi di Spoleto è una delle maggiori rassegne culturali e artistiche multidisciplinari italiane e internazionali che include sezioni di Opera, Musica, Teatro, Danza, Arte, Eventi, con un calendario che abbraccia programmi della più nota tradizione in un continuo dialogo con le realtà più prestigiose della scena mondiale contemporanea.

Dinamico, sofisticato, innovativo, il Festival, dal 2008 sotto la direzione di Giorgio Ferrara, porta in scena, ogni estate, per 17 giorni, le eccellenze dell’Opera, della Musica, del Teatro e della Danza oltre a ospitare una sezione di Arte e numerosi Eventi speciali.
Palcoscenico prestigioso per gli artisti di fama internazionale così come spazio privilegiato per i talenti emergenti, per gli spettacoli in anteprima nazionale e le prime assolute, il Festival affianca alla grande tradizione classica una ricercata attenzione verso le correnti più vitali e interessanti della scena contemporanea.
Superato l’intento originario di creare un terreno di incontro fra il mondo artistico europeo e quello americano, il Festival ha allargato le sue virtuali frontiere e oggi ospita spettacoli e progetti artistici da tutto il mondo.
 

Dai concerti di mezzogiorno a quelli della sera, dalle presentazioni di libri alle mostre, all’opera, al teatro, nel ricchissimo programma di questa edizione, come del resto anche per le precedenti, ce n’è per tutti i gusti. Giusto per citare qualche ospite: Robert Wilson, Roberto Bolle, Eleonora Abbagnato, Roberto Saviano, Alessandro Preziosi, il cardinale Gianfranco Ravasi, Fiorella Mannoia, Paolo Mieli, Mario Biondi, Emma Dante, Corrado Augias, Richard Galliano, Ernesto Galli della Loggia, e per concludere il cncerto finale dell’Orchestra giovanile Luigi Cherubini diretta dal maestro Riccardo Muti. Basta solo scegliere!
Per chi fosse interessato, qui il programma.
Continua a leggere
Potrebbero interessarti...

Siamo un gruppo di giovani giornalisti con la passione per tutto ciò che è bellezza. Musica, arte, cinema, teatro, letteratura: è un elenco che in realtà potrebbe essere infinito.

Clicca per commentare

Lascia un messaggio

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Classica

To Top