Connect with us

Spettacoliamo.it

Urs Fischer, crolla una statua di cera a Firenze

Arte

Urs Fischer, crolla una statua di cera a Firenze

Crolla statua di cera a Firenze. Si è “esaurita” prima del previsto una delle statue realizzate dall’artista Urs Fischer e poste sull’arengario di Palazzo Vecchio a Firenze. L’opera è crollata improvvisamente creando fortunatamente solo un po’ di spavento, ma nessun danno a cose o persone. La particolarità delle opere di Fischer è l’essere in cera e accese dall’interno: la statua crollata a Firenze si sarebbe dovuta consumare lentamente per tutta la durata delle mostra, quindi arrivare fino alla sua conclusione a gennaio. Forse gli sbalzi di temperatura delle ultime settimane non hanno giovato alla “salute” dell’opera che, invece, si è autodistrutta con circa un ventina di settimane di anticipo. Le due statue erano state poste tra la riproduzione del David di Michelangelo e quella di Giuditta e Oloferne di Donatello: in continuità con le esposizioni di Jeff Koons (2015) e Jan Fabre (2016), l’artista svizzero ha collocato due figure umane trasformate in candele “Fabrizio” e “Fancesco”, che si sarebbero dovute consumare lentamente durante la durata della mostra, quali simboli della finitezza umana e della durevolezza dell’arte. Le due figure sono quelle di Francesco Bonami e di Fabrizio Moretti, visti dall’artista come cittadini del mondo che hanno le loro radici nel territorio e nella sua cultura, due ritratti che attraverso la consumazione della cera diventeranno corpi astratti.

Continua a leggere

Siamo un gruppo di giovani giornalisti con la passione per tutto ciò che è bellezza. Musica, arte, cinema, teatro, letteratura: è un elenco che in realtà potrebbe essere infinito.

Clicca per commentare

Lascia un messaggio

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Arte

To Top