Connect with us

Spettacoliamo.it

Amanti. Passioni umane e divine La Mostra d’arte di Illegio

Arte

Amanti. Passioni umane e divine La Mostra d’arte di Illegio

In esposizione, tra le tante opere, la scultura “Amore e psiche stanti” di Canova, “Venere e Cupido” di Artemisia Gentileschi, “Maddalena in pianto” di Caravaggio

Amanti. Passioni umane e divine sarà una delle più importanti mostre d’arte che il Friuli Venezia Giulia e il Nordest si prepareranno a scoprire nel corso del 2017, in programma dall’11 agosto fino all’8 di ottobre a Illegio, per la 13a Mostra internazionale d’arte.
L’amore di coppia è il file rouge dell’intero percorso espositivo che attraverso opere emozionanti e colpi di scena ci farà rivivere le storie più incantevoli e struggenti, sublimi e torbide che come perenni monumenti riveleranno in cosa consiste realmente l’amore e quale sia il suo destino. I visitatori potranno ammirare quarantadue opere, tra cui alcuni prestigiosi capolavori, provenienti dall’Italia e dall’estero (Austria, Croazia, Svizzera, Ungheria, UK), da importanti musei pubblici e da collezioni private, attraverso un percorso suggestivo e raffinato per la rarità di alcune iconografie e per l’attualità dei temi.
Le opere, scelte in un arco temporale di sette secoli (l’opera più antica, Storie di Santa Caterina d’Alessandria del Maestro della strage degli Innocenti di Mezzarata, risale al 1320 circa; la più recente, Amanti di Gyula Benczúr, è datata 1919), ricondurranno a cinque fonti principali – la mitologia classica, la Sacra Scrittura, le vite dei santi, la letteratura cavalleresca e romantica, il teatro – e immergeranno il visitatore in una profonda meditazione sull’amore, nel suo rapporto tra materia e spirito, tra gioia e tormento, tra la vita e la morte.
In esposizione ci saranno un’elegantissima versione di Venere e Cupido, di Artemisia Gentileschi, da collezione privata svizzera, oltre a due spettacolari dipinti raffiguranti Maria Maddalena, uno di Orazio Gentileschi e l’altro di Bartolmé Esteban Murillo, ambedue da collezioni private londinesi. E poi ancora, tra le altre opere, le sculture in gesso di Antonio Canova, “Amore e Psiche stanti” e “Endimione dormiente”, insieme al suo dipinto “Cefalo e Procri”, oppure i “Giovani innamorati nel giardino” di Ernst Klimt, fratello del celebre Gustav, Luca Giordano, Pagliarini.
Ci sarà anche un dipinto quasi segreto di Caravaggio, esposto finora solo cinque volte. Si tratta “Maddalena in pianto”, un olio su tela di 112 centimetri per 92, che fa parte di una collezione privata e che andrà ad accompagnare le 41 opere dell’esposizione.
Curatore della mostra è don Alessio Geretti.

Continua a leggere

Siamo un gruppo di giovani giornalisti con la passione per tutto ciò che è bellezza. Musica, arte, cinema, teatro, letteratura: è un elenco che in realtà potrebbe essere infinito.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Arte

To Top