Connect with us

Spettacoliamo.it

Al Magna Graecia Film Festival vince Sicilian ghost story

Nelle foto alcuni momenti della XIV edizione del Magna Graecia Film Festival

Cinema

Al Magna Graecia Film Festival vince Sicilian ghost story

Tra gli altri premi: Miglior Attore Lino Guanciale, Miglior Attrice Julia Jedikowska, Miglior Regia a Roberto Capucci per “Ovunque tu sarai”

“Sicilian Ghost Story” vince la XIV edizione del Magna Graecia Film Festival. La giuria della kermesse, composta da Sebastiano Somma, Antonello Fassari, Gianfrancesco Lazotti e Alessandro Haber, ha decretato vincitore il film di Fabio Grassadonia e Antonio Piazza
perché, come si legge nella motivazione, «è  un film che ti porta nell’abisso in maniera lieve e spietata, che riesce a dare speranza mostrando il buio,  che non ha paura di mostrare ciò che a qualcuno fa paura. Un grido di speranza che è impossibile non udire. Un’opera che non è solo un film ma è “cinema”».
A ritirare il premio è stato uno dei registi, Antonio Piazza, che ha ricevuto la Colonna d’Oro realizzata da Michele Affidato per mano della madrina Giulia Elettra Gorietti e del vice governatore della Calabria Antonio Viscomi. Quest’ultimo ha sottolineato il grande lavoro realizzato da Casadonte in Calabria per una kermesse che «è destinata  a volare sempre più in alto».
Bagno di folla, nell’ultima serata del Mgff, per Pamela Anderson e Michael Madsen che hanno ricevuto, rispettivamente, il Magna Graecia Award “Diva” e “Legend”. Pamela ha dichiarato di apprezzare molto il cinema italiano, mentre Madsen ha ricordato la straordinaria figura di Marcello Mastroianni al quale è stata dedicata questa edizione del Festival.
Tra gli altri riconoscimenti il Premio Giuseppe Petitto è stato assegnato al pubblico del Festival, definito «la vera colonna preziosa che da 14 anni sostiene questa manifestazione con affetto, partecipazione, entusiasmo; si  dibatte, ci si confronta in uno scambio in cui a guadagnarci sono tutti. Il sostegno del pubblico è prezioso per i giovani cineasti che trovano a Catanzaro l’energia per continuare a fare cinema».

Premio del Pubblico a “Quel bravo ragazzo” di Enrico Lando
Menzione speciale a Gaetano Fernandez per “Sicilian Ghost Story” e Vincenzo Crea e Ludovico Succio per “I figli della notte”Miglior Migliore Produzione al produttore Andrea Iervolino
Miglior Attore non protagonista: ex aequo per Ernesto Mahieux e Francesco Paolantoni per “Le verità”
Miglior Attore Lino Guanciale per “I peggiori”
Miglior Attrice Julia Jedikowska per il film “Sicilian Ghost Story”
Miglior Sceneggiatura originale a “I peggiori” di Vincenzo Alfieri
Miglior Regia a Roberto Capucci per “Ovunque tu sarai”

Tra gli altri riconoscimenti, ci sono stati il Premio Caralabria consegnato da Legambiente alla famiglia di Giuseppe Petitto; il Premio Comunicazione 2.0 a Dalia Gaber. Una creazione speciale del maestro del vetro Silvio Vigliaturo è stata consegnata alla madrina del Festival Giulia Elettra Gorietti, e all’eccezionale Michele Placio che nel pomeriggio ha tenuto una intensa Master Class al museo del Rock. Grande coinvolgimento per la performance musicale a sorpresa tenuta da “Le appassionante”: il trio di soprani ha regalato forti emozioni con la loro esibizione fusa tra musica leggere e lirica. Enorme soddisfazione per il patron Gianvito Casadonte per un’edizione che ha regalato grandi numeri ed eccezionali presenze.

Siamo un gruppo di giovani giornalisti con la passione per tutto ciò che è bellezza. Musica, arte, cinema, teatro, letteratura: è un elenco che in realtà potrebbe essere infinito.

Clicca per commentare

Lascia un messaggio

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Cinema

To Top