Connect with us

Spettacoliamo.it

Razzies 2017, prima degli Oscar arrivano le pernacchie

Cinema

Razzies 2017, prima degli Oscar arrivano le pernacchie

Razzies 2017,

Razzies 2017, prima degli Oscar arrivano le pernacchie

I premi cinematografici ai peggiori dell’anno

Razzies 2017, prima degli Oscar arrivano le pernacchie

Le questioni politiche a stelle e strisce entrano a gamba tesa anche nell’attribuzione dei Razzies, i premi cinematografici ai peggiori dell’anno. I membri dei “Golden raspberry awards” meglio noti come Razzie (la traduzione di razz è pernacchia) non si sono potuti sottrarre alle turbolenze elettorali che tutto il mondo ha seguito e, mentre nelle altre cerimonie di premiazioni cinematografiche l’argomento presidenziale sta tenendo banco, chiamato in causa nei discorsi di ringraziamento, nei commenti delle presentazioni e via dicendo, loro, i “pernacchioni” del cinema americano, con in testa il loro ideatore, John Wilson, hanno deciso di affidare il razzie-pensiero in materia direttamente alle scelte scaturite dalle votazioni. Così, se “Batman V Superman” era il favorito – con tutte le accezioni del caso -, con ben sette nomination, è stato “L’America di Hillary: la storia segreta del partito democratico – Hillary’s America: the secret history of the Democratic party” a sbaragliare nelle categorie film, attore protagonista, attrice protagonista e regista. Peggiori, ovviamente. Allo scontro fra supereroi con protagonisti i bellocci Ben Affleck e Henry Cavill sono andati altrettanti premi come sceneggiatura, attore non protagonista, sequel e coppia.
Mentre sul sito ufficiale del premio campeggia la frase “I Razzies stanno ancora aspettando che Donald Trump venga a prendere il suo premio del 1991” (con una eloquente immagine della statuetta che sta cadendo a pezzi, “come il suo regno”), puntualmente, un giorno prima rispetto alla cerimonia degli Oscar, la Fondazione Golden raspberry award ha annunciato i vincitori – o perdenti, fate voi -, della 37esima edizione del premio, assegnati anche in base ai voti raccolti attraverso Rotten Tomatoes. Come il premio ideato appositamente per quei vincitori di Razzie in passato che possono “redimersi”, con tanto di statuetta con angeliche ali: quest’anno il premio è andato a Mel Gibson, regista di “Hacksaw Ridge”. Ma insieme alle consuete categorie la più pesantuccia (dalle parti del Golden raspberry non ci vanno mica leggeri), è quella del film che ha perso di più a fronte del maggiore costo di realizzazione: il premio, noto come Barry L. Bumstead, è andato a “Misconduct”, con protagonista nientemeno che Al Pacino, che è costato qualcosa come 11milioni di dollari a fronte dei 15.150 incassati.
Il più “massacrato” fra i vincitori, Dinesh D’Souza, per il suo documentario su Hillary Clinton e il partito Democratico americano, ha inviato alla Fondazione un video in cui accetta di buon grado tutti i riconoscimenti: “Questa specie di mancanza di rispetto da parte vostra è fantastica. Il mio pubblico adora il fatto che voi mi odiate. Grazie”.

Peggior film Hillary’s America: the secret history of the Democratic party
Peggior attore protagonista Dinesh D’Souza (Hillary’s America: the secret history of the Democratic party)
Peggior attrice protagonista Becky Turner-Hillary Clinton (Hillary’s America: the secret history of the Democratic party)
Peggior attore non protagonista Jesse Eisenberg (Batman v Superman)
Peggiore attrice non protagonista Kriste Wiig (Zoolander 2)
Peggior regista Dinesh D’Souza e Bruce Schooley (Hillary’s America: the secret history of the Democratic party)
Peggior sceneggiatura Batman v Superman
Peggior coppia Ben Affleck e Henry Cavill (Batman v Superman)
Peggiore Sequel, prequel, remake Batman v Superman
Barry L. Bumstead award Misconduct
Razzie Redeemer Mel Gibson (Hacksaw Ridge)

 

Siamo un gruppo di giovani giornalisti con la passione per tutto ciò che è bellezza. Musica, arte, cinema, teatro, letteratura: è un elenco che in realtà potrebbe essere infinito.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Cinema

To Top