Connect with us

Spettacoliamo.it

Recensione – “Le donne e il prete” di Mira Furlani

Libri

Recensione – “Le donne e il prete” di Mira Furlani

Un gran bel libro, che va al cuore del nostro tempo, alle relazioni di differenza tra donne e uomini, dentro e fuori la Chiesa

“Le donne e il prete- L’Isolotto raccontato da lei”  Mira Furlani – ed.  Gabrielli  pgg. 109 €12,00

Mira Furlani è l’autrice del libro “Le donne e il prete- L’Isolotto raccontato da lei” in cui narra della sua esperienza nella Comunità cristiana di base, nata nel quartiere dell’Isolotto di Firenze negli anni Cinquanta e di cui lei ne è stata una delle fondatrici. «Sulle vicende di questo quartiere – scrive Furlani -, la sua parrocchia e il suo primo parroco don Enzo Mazzi e la successiva nascita della prima Comunità cristiana di base in Italia, sono stati scritti molti libri. Nessuno di essi  è stato scritto da una donna (…)».
In quei libri la storia delle donne della Comunità, come la storia personale dell’autrice “ha subito” il “silenzio/cancellazione” ed è per questo che, dopo cinquant’anni, decide di scrivere lei, a partire da sé e dal suo percorso spirituale, civile e religioso di donna, la storia della Comunità dell’isolotto, intrecciata con la storia religiosa, civile e politica del quartiere. Mira ha alle spalle un lungo percorso femminista di autocoscienza e di ricerca con altre donne, dentro e fuori la Comunità, di un rapporto femminile col divino. Sono le relazioni con alcune donne, Doranna Lupi e Carla Galetto della Cdb di Pinerolo che firmano la prefazione e Luisa Muraro della Libreria delle donne di Milano, che le danno la forza «per superare quel blocco interiore che le impediva di esporsi in prima persona, per il timore di non essere capita o di venire critica», come poi è avvenuto. Mira racconta della nascita della Comunità, delle case famiglia, di cui è stata la creatrice, e non nasconde le difficoltà, le incomprensioni  e i conflitti che ha vissuto. Parla della sua esperienza nel Belice dopo il terremoto del ’68, dove si era recata come volontaria dietro proposta di don Mazzi. La consapevolezza di vivere in Comunità una condizione di non libertà l’aveva spinta ad accettare di andare  in Belice per uscire “dalla trappola”. Dolore, delusione, stupore l’attendono al suo ritorno, quando scopre che in sua assenza, don Mazzi, nel silenzio generale della Comunità, l’aveva cancellata come “madre affidataria”. Nonostante ciò, decide di rimane e continua il suo impegno di lotta, di partecipazione, di riflessione e di coinvolgimento dentro la Comunità, sempre più osteggiata dalle forze conservatrici della città e dal vescovo Florit, lo stesso che osteggiò don Lorenzo Milani. Miriam racconta anche il processo che nel 1971 fu aperto contro la Comunità, con lei unica donna imputata. Il libro mette a nudo l’incapacità degli uomini, dei preti, anche di quelle «figure carismatiche, progressiste e amanti del Vangelo», agli occhi delle donne «il meglio del genere maschile», di  misurarsi con l’autorità, il sapere, la libertà di una donna, percepiti come umiliazione invece che come occasione per vedere i propri limiti. Riconosce che, nel mentre le donne delle Cdb si attardano e insistono sulla rivendicazione di diritti e parità, papa Francesco «ha cominciato a gettare ponti verso il riconoscimento dell’autorità delle donne nel Vangelo e la loro importanza nella storia della Chiesa». Ma, aggiunge, «questo ancora non basta a rompere il paradigma divino, patriarcale e gerarchico, del potere esercitato dalla figura maschile all’interno della chiesa cattolica, ma almeno questo papa mi pare stia provando a cambiare qualcosa». Un gran bel libro, che va al cuore del nostro tempo, alle relazioni di differenza tra donne e uomini, dentro e fuori la Chiesa, nel riconoscimento della libertà e dell’autorità femminile.

Franca Fortunato

 

Siamo un gruppo di giovani giornalisti con la passione per tutto ciò che è bellezza. Musica, arte, cinema, teatro, letteratura: è un elenco che in realtà potrebbe essere infinito.

Clicca per commentare

Lascia un messaggio

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Libri

To Top