Connect with us

Spettacoliamo.it

Venezia 74, Leone d’oro a Del Toro per il film “The Shape of Water”

Cinema

Venezia 74, Leone d’oro a Del Toro per il film “The Shape of Water”

Leone d’oro a Del Toro per il suo The Shape of Water. La Giuria di Venezia 74, presieduta da Annette Bening e composta da Ildikó Enyedi, Michel Franco, Rebecca Hall, Anna Mouglalis, Jasmine Trinca, David Stratton, Edgar Wright e Yonfan, dopo aver visionato tutti i 21 film in concorso, ha deciso di assegnare i seguenti premi:

Leone d’oro per il miglior film a: The shape of water di Guillermo del Toro (USA)
Leone d’argento – Gran premio della giuria a: Foxtrot di Samuel Maoz (Israele, Germania, Francia, Svizzera)
Leone d’argento – Premio per la miglior regia a: Xavier Legrand per il film Jusqu’à la garde (Francia)
Coppa Volpi per la migliore attrice a: Charlotte Rampling nel film Hannah di Andrea Pallaoro (Italia, Belgio, Francia)
Coppa Volpi per il miglior attore a: Kamel El Basha nel film The insult di Ziad Doueiri (Libano, Francia)
Premio per la migliore sceneggiatura a: Martin McDonagh per il film Three billboards outside Ebbing, Missouri di Martin McDonagh (Gran Bretagna)
Premio speciale della giuria a: Sweet country di Warwick Thornton (Australia)
Premio Marcello Mastroianni a un giovane attore o attrice emergente a: Charlie Plummer nel film Lean on Pete di Andrew Haigh (Gran Bretagna)

La Giuria Leone del Futuro – Premio Venezia Opera Prima “Luigi De Laurentiis” della 74. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, presieduta da Benoît Jacquot e composta da Geoff Andrew, Albert Lee, Greta Scarano e Yorgos Zois, assegna:
Leone del futuro – Premio Venezia opera prima “Luigi De Laurentiis” a: Jusqu’à la garde di Xavier Legrand (Francia)
nonché e un premio di 100.000 USD, messi a disposizione da Filmauro, che sarà suddiviso in parti uguali tra il regista e il produttore.

La Giuria Orizzonti della 74. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, presieduta da Gianni Amelio e composta da Rakhshan Banietemad, Ami Canaan Mann, Mark Cousins, Andrés Duprat, Fien Troch, Rebecca Zlotowski, dopo aver visionato i 31 film in concorso, assegna:
Premio Orizzonti per il miglior film a: Nico, 1988 di Susanna Nicchiarelli (Italia, Belgio)
Premio Orizzonti per la migliore regia a: Vahid Jalilvand per Bedoune Tarikh, Bedoune Emza (No date, no signature) (Iran)
Premio Speciale della Giuria Orizzonti a: Caniba di Véréna Paravel e Lucien Castaing-Taylor (Francia, Usa)
Premio Orizzonti per la migliore interpretazione femminile a: Lyna Khoudri nel film Les Bienheureux di Sofia Djama (Francia, Belgio, Qatar)
Premio Orizzonti per la migliore interpretazione maschile a: Navid Mohammadzadeh nel film Bedoune Tarikh, Bedoune Emza (No date, no signature) (Iran)
Premio Orizzonti per la migliore sceneggiatura a: Dominique Welinski e René Ballesteros per il film Los versos del olvido di Alireza Khatami (Francia, Germania, Paesi Bassi, Cile)
Premio Orizzonti per il miglior cortometraggio a: Gros Chagrin di Céline Devaux (Francia)

Venice Short film nomination for the European film awards 2017 a: Gros Chagrin di Céline Devaux (Francia)

Venice virtual reality La Giuria internazionale della sezione Venice Virtual Reality, presieduta da John Landis e composta da Céline Sciamma e Ricky Tognazzi, assegna:
Premio miglior VR a: Arden’s wake (expanded) di Eugene YK Chung (USA)
Premio migliore esperienza VR (per contenuto interattivo) a: La camera insabbiata di Laurie Anderson e Hsin-Chien Huang (USA, Taiwan)
Premio migliore storia VR (per contenuto lineare) a: Bloodless di Gina Kim (Corea del Sud, USA)

La Giuria presieduta da Giuseppe Piccioni e composta da studenti di cinema provenienti da diverse Università italiane: 26 laureandi in Storia del Cinema, indicati dai docenti di 12 Dams e della veneziana Ca’ Foscari, ha deciso di assegnare i seguenti premi: il Premio Venezia Classici per il miglior documentario sul cinema a: The Prince and the Dybbuk di Elwira Niewiera e Piotr Rosołowski (Polonia, Germania); il Premio Venezia Classici per il miglior film restaurato a: Idi I Smotri (Va’ e vedi) di Elem Klimov (URSS, 1985)

Leone d’oro alla carriera 2017 a: Jane Fonda, Robert Redford
Jaeger-LeCoultre Glory to the filmmaker award 2017 a: Stephen Frears

Siamo un gruppo di giovani giornalisti con la passione per tutto ciò che è bellezza. Musica, arte, cinema, teatro, letteratura: è un elenco che in realtà potrebbe essere infinito.

Clicca per commentare

Lascia un messaggio

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Cinema

To Top